Territorio - Comuni

ZUNGRI

Cenni storici

Centro collinare che si estende nella parte centro settentrionale della provincia, nel comprensorio del monte Poro, tra i comuni di Rombiolo, Filandari, Cessaniti, Briatico, Zaccanopoli, Drapia e Spilinga.

Fu fondato, come Zambrone e Zaccanopoli, dai suprestiti di Aramoni nel secolo XIV. Il suo nome significa Roccia o Punta. Casale di Mesiano fu infeudato ai Pignatelli di Monteleone fino all’eversione della feudalità, fino ai primi dell’800. L’ordinamento amministrativo dei francesi lo elevò a comune autonomo inserito prima nel circondario di Tropea e poi in quello di Briatico.

Popolazione e Territorio:

La popolazione è concentrata nel capoluogo comunale e nella località Papoglionti. Il territorio ha una economia basata prevalentemente sull’agricoltura e l’allevamento zootecnico.

Architettura e Arte

Interessanti dal punto di architettonico e artistico sono: la chiesa di S. M. della Neve, che custodisce un prezioso dipinto su tavola, che rappresenta l’incontro tra Maria e Gesù Bambino con S. Elisabetta e S. Giovanni, oggetto di profonda venerazione della popolazione, attribuito a scuola raffaellesca; la chiesa di S. Anna.

Musei/ parchi archeologici / biblioteche

Significati sono: gli insediamenti rupestri, che nelle singole unità presentano differenti articolazioni: abitative, magazzini, di produzione e di ricovero di animali, oltre camminamenti tra le diverse grotte, e condotte per la raccolte delle acque piovane; il museo della civiltà contadina, strettamente legato al parco rupestre, con una ricca collezione della tradizione locale.

Festa Patronale:

San Nicola, che si festeggia il 6 dicembre.

Fiera:

Altra Festività:

Mercato:

Da Visitare:

La città in numeri

 

Abitanti

Altitudine S.L.M.

Superficie Km²

ABITANTI PER KM²

Continua a visitarla

Coordinate: 38°39′N 15°59′E

Prefisso: 0963

C.A.P.: 89867

Frazioni: Papaglionti