Territorio - Comuni

JOPPOLO

Cenni storici

comune costiero nella parte sud-occidentale della costa tirrenica al limite dell’altipiano del Monteporo. Fu edificato su una rupe tufacea nel XIV secolo dal siciliano Artemidoro Joppolo, da cui prese il nome. Alla famiglia del fondatore seguirono diversi passaggi di proprietà fino a diventare nel XVIII secolo feudo della famiglia Melecrinis di Pizzo. 

Con le riforme amministrative attuate dai francesi all’inizio dell’Ottocento fu considerato comune autonomo e inserito nel circondario di Nicotera.

La popolazione, distribuita tra il capoluogo comunale e le località Caroniti e Coccorino. L’economia del territorio è basata sulla produzione di cereali, frumento, foraggi, ortaggi, olive, uva, ed è integrata dall’allevamento di bovini e animali domestici. Degni di nota sono le strutture ricettive che offrono possibilità di ristorazione e soggiorno distribuito lungo il litorale.

Testimonianze storico-architettoniche sono la chiesa parrocchiale di San Sisto; il santuario della Madonna del Carmine sul Monte Poro; la torre cilindrica “Parnaso” già inserita nel sistema difensivo costiero del XVI-XVIII secolo

Festa Patronale:

San Sisto celebrato il 6 agosto

Fiera:

Altra Festività:

Mercato:

Da Visitare:

La città in numeri

 

Abitanti

Altitudine S.L.M.

Superficie Km²

ABITANTI PER KM²

Continua a visitarla

Coordinate: 38°35′N 15°54′E

Prefisso: 0963

C.A.P.: 89863

Frazioni: Caroniti e Coccorino