Territorio - Comuni

DINAMI

Cenni storici

Centro abitato collinare pare sia sorto in epoca bizantina ad opera delle popolazioni delle località costiere per sfuggire alle scorrerie dei saraceni. Il toponimo deriva dal termine greco “dùmanis” che significa forza. Casale di Soreto, fece parte della contea di Arena e per brevi periodi tra la fine del XV e il XVII ad altre famiglie per poi essere nuovamente concessa ai Caracciolo di Arena.

Ultimi feudatari furono gli Stagno Arduino d’Alcontres. L’abitato è situato nella parte centro meridionale della provincia al confine con quella di Reggio, nella valle del fiume Marepotamo, tra Mileto, Gerocarne, Dasà, Acquaro, San Pietro di Caridà, e Serrata.

La popolazione, che risiede soprattutto nel capoluogo comunale, nelle località Monsoreto e Melicuccà e in nuclei sparsi, è dedita prevalentemente all’agricoltura, con produzione di cereali, foraggi, olive, e all’allevamanto di bovi, ovini e caprino. Il territorio ha un profilo geometrico irregolare con differenze di altitudine che raggiungono i 1100 m.. l’abitato è immerso in un suggestiva cornice paesaggistica.

Sotto il profilo architettonico interessanti sono la chiesa di San Michele, che custodisce un crocifisso ligneo si manifattura bizantina; la chiesa di Santa Maria delle Grazie; il santuario di Santa Maria della Catena. Inoltre, sono da considerare il palazzo municipale con la sua torre civico edificato sui ruderi di un castello cinquecentesco, e i ruderi imponenti del convento di S. Maria del Gesù di Soreto.

Festa Patronale:

S. Michele Arcangelo che si festeggia il 29 settembre e Madonna della Catena che si festeggia la seconda domenica di luglio.

Fiera:

Altra Festività:

Mercato:

Da Visitare:

La città in numeri

 

Abitanti

Altitudine S.L.M.

Superficie Km²

ABITANTI PER KM²

Continua a visitarla

Coordinate: 38°32′N 16°09′E

Prefisso: 0963

C.A.P.: 89833

Frazioni: Melicuccà, Monsoreto, Umbro, Boscoreggio