Territorio - Comuni

CESSANITI

Cenni storici

Centro collinare di origine medioevale, pare sia stato fondato dopo la distruzione di un preesistete abitato: Guzzaferne, avvenuta nel XV secolo a seguito di un terremoto. 

Inserito nella baronia di Briatico, appartenne alla famiglia Bisbal per poi passare ai Pignatelli di Monteleone fino all’eversione della feudalità. Col nuovo ordinamento amministrativo disposto dai francesi fu inserito nel circondario di Briatico. Fu completamente distrutto dalle scosse telluriche del 1905-08 e ricostruito, unitamente a Pannaconi, Mantineo e Favelloni da un comitato piemontese.

La popolazione è distribuita fra il capoluogo comunale e i centri di Favelloni, Mantineo, San Cono, San Marco, Piano Pugliese e Pannaconi. Il territorio, che ha un profilo geometrico irregolare con accentuate variazioni altimetriche che raggiungono il 480 s.l.m., si caratterizza si caratterizza per una economia prevalentemente agro-pastorale. È rinomato per una cava della Brunia in cui affiorano fossili noti ai paleontolici come Clypeaster o biscotti di mare. La frazione di Favelloni è nota per l’ infiorata artistica realizzata lungo le strade in occasione del festa del Corpus Domini.

Festa Patronale:

San Basilio che si festeggia il 14 giugno

Fiera:

Altra Festività:

Feste della Madonna della Montagna o di Polsi (seconda domenica di agosto) e di S. Rocco (seconda domenica di settembre).

Mercato:

Da Visitare:

La città in numeri

 

Abitanti

Altitudine S.L.M.

Superficie Km²

ABITANTI PER KM²

Continua a visitarla

Coordinate: 38°40′N 16°02′E

Prefisso: 0963

C.A.P.: 89816

Frazioni: Favelloni, Mantineo, Pannaconi, Piana Pugliese, San Cono, San Marco