Territorio - Comuni

CAPISTRANO

Cenni storici

Di origine medioevale il suo nucleo antico sorgeva in un luogo elevato in quanto era una Motta cioè un luogo posto a difesa della linea di confine stabilita dai fratelli Altavilla che correva idealmente da Rocca Angitola a Squillace. 

Nel XVI secolo l’abitato fu trasferito nel sito attuale registrando un notevole incremento demografico. Inserito nella contea di Mileto, appartenente al duca dell’Infantado, ne seguì le sorti fino all’eversione della feudalità.

La popolazione è concentrata prevalentemente nel capoluogo comunale, fatta eccezione per una piccola parte che vive in case sparse. Il territorio è circondato da estesi uliveti e fitti boschi di faggio. Si producano cereali, frumento, olive, uva ecc.. Confina con i comuni di Monterosso Calabro, S. Vito sullo Jonio, Chiaravalle C., Torre di Ruggero, S. Nicola da Crissa e Filogaso.

Festa Patronale:

San Nicola di Bari, che si festeggia il 6 dicembre

Fiera:

Altra Festività:

Feste della Madonna della Montagna o di Polsi (seconda domenica di agosto) e di S. Rocco (seconda domenica di settembre).

Mercato:

Venerdì

Da Visitare:

La chiesa parrocchiale e la montagna di Capistrano

La città in numeri

 

Abitanti

Altitudine S.L.M.

Superficie Km²

ABITANTI PER KM²

Continua a visitarla

Coordinate: 38°41′N 16°17′E

Prefisso: 0963

C.A.P.: 89818

Frazioni: Nicastrello