Sharo Gambino (Vazzano, 7 gennaio 1925 – Lamezia Terme, 25 aprile 2008) è stato uno scrittore e giornalista italiano.

La carriera letteraria di Sharo Gambino, vissuto a Serra San Bruno (VV)  iniziò con la pubblicazione quasi casuale del racconto a fumetti Tragico destino, il cui successo lo incoraggiò  a proseguire.
Dall’’incontro con la dura realtà sociale della Calabria nacque il suo primo romanzo, Sole nero a Malifà, e La mafia in Calabria, primo saggio sull’argomento seguito da Mafia la lunga notte della Calabria e ‘Ndranghita dossier.
Il dialogo di Gambino con la sua terra, che qualcuno ha paragonato a quello di Carlo Levi con la Lucania, ha portato alla pubblicazione di 35 volumi, di testi teatrali come Calabria canta e piange e Strenna calabrese e ha fatto di Gambino un protagonista dell’informazione calabrese: tra i giornali e le riviste a cui il vazzanese ha legato la sua firma ricordiamo Il Messaggero, Il Tempo, La Gazzetta del Sud, Il Corriere Calabrese, Il Gazzettino dello Jonio, Quaderni Calabresi, Il Giornale di Calabria.
Gambino ha inoltre collaborato per quarant’anni con Radio Rai, sia come giornalista che come autore di alcuni sceneggiati fra cui Boccheciampe e , nel 1980, Vizzarro, un recital radiofonico in 14 puntate; il 29 luglio del 2003 il recital tratto  “U Vizzarru” con protagonisti gli attori teatrali Paola Gasmann e Ugo Pagliai è stato messo in scena nella cornice del castello normanno-svevo di Vibo Valentia.
 

Tra le altre opere di Gambino ricordiamo: Concerto in Re Maggiore, romanzo giallo in 18 puntate pubblicato nel 1988 dalla Gazzetta del Sud, Fischia il sasso, In nome del re schiavo, Plot, L’ombra sua torna e i volumi di racconti: Il sesso dei gatti, L’ospite, All’ombra di Trentinella, La ragazza del fiume. Ancora inedito Rime in Croce, un saggio che ricostruisce sotto forma di giallo la misteriosa figura di Anna Maria Edvige Pittarelli, una poetessa francicana del Cinquecento, in realtà mai esistita.
Nell’ambito degli studi letterari, Gambino ha pubblicato un’antologia della letteratura calabrese e le antologie di poesia popolare Guvernu puorcu, latru e camburrista, Natali ‘i ‘na vota, Venerdì e Domenica. Venerdì e domenica è anche uno studio antropologico sui cibi, le tradizioni, le disponibilità alimentari e i desideri nell’ambito della storia economica e sociale della Calabria.

L’ultimo lavoro di Gambino fu Calabria erotica, di nuovo uno studio antropologico e sociale, sotto la duplice “trasgressione” dell’eros e della poesia popolare.