Pierre-Auguste Renoir ( Limoges, 25 febbraio 1841 – Cagnes-sur-Mer, 3 dicembre 1919) è stato un pittore francese e uno tra i massimi esponenti dell’Impressionismo.

Il nome del grande artista francese è legato alla Calabria per via di una leggenda che lo riguarda: infatti nella chiesa madre di Capistrano, un paesino delle serre vibonesi, si trova un affresco,” Il Battesimo di Gesù “, che la tradizione attribuisce priprio a Renoir, giunto qui intorno alla fine dell’ 800. Nella biografia di Renoir, redatta dal figlio, risulta che il padre si sia recato, su invito di un sacerdote di Napoli, in un paesino della Calabria nel 1881.

Qui egli trascorse un periodo di “villeggiatura” dipingendo en plein air paesaggi, lavandaie, contadini e fanciulle. Aveva  quarant’anni e alle spalle tre mostre degli impressionisti e alcune esposizioni al Salon, ma al di fuori di Parigi era ancora un perfetto sconosciuto. Si narra che realizzò l’affresco per ringraziare la popolazione dell’ospitalità ricevuta e che si fece prestare i colori da un muratore del luogo. Nei primi anni Novanta, durante i lavori di restauro della chiesa, furono riportati alla luce altri due affreschi fino ad allora nascosti dalla calce, Noli me tangere e Cristo e la Samaritana.
Anche questi sono stati attribuiti a Renoir