Ubicato su corso Umberto I a Vibo Valentia, Palazzo Gagliardi/De Riso, è prospiciente agli altri edifici un tempo di proprietà della famiglia. Ha una pianta rettangolare e stilisticamente si differenzia da qualsiasi altro palazzo della città per le fasce giustapposte di bugnato liscio raccordate con le ghiere delle bucature ad arco, estranee alla cultura architettonica locale.

Alla fine del XVIII secolo, sull’area occupata precedentemente dalla Chiesa dei SS. Marco e Luca, sorgeva il primo palazzo Gagliardi, di dimensioni ridotte e che aveva pregevoli pitture del Paparo e del Pagano. Nel 1860 vi soggiornò Giuseppe Garibaldi, come è ricordato da una lapide sull’attuale facciata. L’edificio venne demolito nel XIX secolo per dar posto ad un altro più grande. Fu donato nel 1952/53 all’Associazione per il Mezzogiorno per utilizzarlo a scopi culturali e successivamente dall’Associazione passò al Comune della città. In passato ha ospitato il Museo archeologico. Attualmente l’edificio è nella disponibilità dell’Amministrazione Provinciale che lo utilizza come sede di rappresentanza per i suoi preziosi arredi sette-ottocenteschi.